Attività

La pesca

Area bambini

Gallery

Le Maldive

Stagionalità

Il periodo migliore per visitare le Maldive?

Tra dicembre e aprile

Il clima

 

Il clima delle Maldive è fondamentalmente condizionato dai monsoni, elementi di cui tener conto quando si inizia a valutare la possibilità di prenotare una vacanza in queste isole da sogno. Sebbene le temperature medie annuali siano sempre comprese tra i 25 e i 31 gradi, i fenomeni monsonici vanno necessariamente presi in considerazione nella scelta del periodo in cui partire e delle attività che si desidera svolgere una volta arrivati a destinazione.

I monsoni

 

Il meteo delle Maldive può essere grosso modo suddiviso in due macro-stagioni: quella del monsone secco e quella del monsone umido. Il monsone umido, tra giugno e agosto, porta con sè precipitazioni frequenti, talvolta in forma di violenti temporali piuttosto dirompenti, seppur di breve durata. Più spesso, invece, si presentano precipitazioni che - anche quando di minore intensità - possono perdurare per più giornate consecutive.

Del tutto differente è invece la situazione climatica che va a generarsi tra dicembre e aprile: il monsone secco consente di poter godere di giornate soleggiate e calde. Le precipitazioni possono palesarsi ma, ad ogni modo, risulteranno brevi e di lieve entità.

Temperature stabili

 

Nel corso di tutto l'anno sia l'escursione termica che le temperature delle acque non subiscono significative variazioni, tuttavia è abbastanza chiaro che nel periodo del monsone umido è più facile incorrere in giornate di pioggia che potrebbero limitare il proprio programma di viaggio alle Maldive. Sarà inoltre opportuno considerare che da aprile a ottobre le attività e gli sport acquatici potrebbero essere anche solo parzialmente inibiti, proprio in considerazione delle avversità meteo.

Uragani assenti

 

Il clima equatoriale delle Maldive genera tendenzialmente venti di debole intensità, ad eccezione dei periodi di transizione tra le due stagioni (dunque a maggio e a novembre), quando le folate possono diventare più forti ma mai violente. Data infatti la collocazione geografica delle isole - di poco a nord dell'Equatore - il passaggio di uragani è del tutto scongiurato. È soprattutto il periodo compreso tra il mese di dicembre e quello di aprile a risultare più appetibile per i viaggiatori, così da non incorrere in giornate uggiose e piovose.